Nonostante sia un piccolo comune del vicentino, questo piccolo paese è conosciuto in tutto il mondo, grazie alla famosa partita a scacchi con personaggi viventi, che ogni due anni, nel mese di settembre, si tiene nella splendida piazza centrale. Ma per il loro servizio prematrimoniale a Marostica, Chiara e Gerardo hanno scelto un periodo decisamente meno affollato, luglio, che gli ha permesso di passeggiare mano per la mano per il suggestivo borgo in dolce solitudine.

Per l’engagement shooting a Marostica, Chiara ha scelto un abitino corto, stretto in vita da una cintura, mentre Gerardo ha optato per una camicia di colore chiaro, portata con disinvoltura fuori da pantaloni scuri. Entrambi indossano scarpe da ginnastica, perché la scenografia che hanno scelto per il loro servizio prematrimoniale li poterà su e giù per sentieri in mezzo al verde e su stradine sconnesse che si inerpicano per l’antico borgo.

Servizio prematrimoniale a Marostica: paesaggi mozzafiato per un matrimonio annunciato

Ci incontriamo presso la Chiesa di Sant’Antonio Abate, che risale al dominio scaligero ed è stata interamente ristrutturata ed ampliata a metà del 700. Chiara e Gerardo si incamminano lungo un sentiero e, dopo pochi passi, si trovano immersi nelle atmosfere bucoliche regalate dalla natura, che subito fuori le mura si impossessa del paesaggio di Marostica. Sono emozionati ed allegri, i due promessi sposi, tanto da scherzare fra loro per l’impegnativa passeggiata, al punto che Gerardo fa finta di appoggiarsi e farsi trainare dalla sua Chiara. Forse sono già consapevoli che fra poco tempo si scambieranno le fedi nuziali e si prometteranno di aiutarsi per sempre, nella buona e nella cattiva sorte!

Dopo l’escursione in mezzo ai boschi, Chiara e Gerardo raggiungono il punto più alto di Marostica, dove si erge la possente e maestosa cinta muraria, da cui si gode di una vista strepitosa sulla città e sulle campagne che si perdono all’orizzonte. I dintorni del borgo sono incantevoli, grazie alle coltivazioni di olivo e a quelle dei ciliegi, la cui fioritura, nel mese di aprile, regala al paesaggio un tocco di superba bellezza.

Si baciano, ridono, accennano qualche allegro passo di danza: si vede che sono innamorati e che non vedono l’ora di convolare a nozze, ma prima di terminare il loro servizio prematrimoniale a Marostica, i due promessi sposi hanno ancora qualcosa da dirsi.

Così, si fermano lungo una suggestiva stradina del borgo antico, fra case in pietra e cespugli fioriti, per scambiarsi parole, mentre si tengono teneramente per mano. Fra poco tempo saranno marito e moglie, è tempo di ribadire tutto l’amore che provano l’uno per l’altra!

Location: Marostica

Videomaker matrimonio Treviso

Per rendere il tuo matrimonio un evento unico e indimenticabile affidati all’esperienza di un videomaker per matrimoni a Treviso. Scegli il tuo reportage di matrimonio, dal luogo della cerimonia fino al ricevimento.
Le foto del matrimonio sono il modo perfetto per ricordare per sempre questo magico giorno e catturare la bellezza degli sposi e del loro amore.
Sei invece non hai ancora deciso quale sarà la location del tuo matrimonio, sono al tuo servizio per aiutarti in questa importante scelta.

Iniziamo questo viaggio insieme!

P.S. se vuoi chattare con me, scrivimi su Facebook Messenger.

Fotografo Matrimonio Link Facebook Messenger

FOTOGRAFO LE VOSTRE EMOZIONI, RACCONTO LA VOSTRA STORIA

Mi piace definirmi un fotografo di emozioni, più che un fotografo di matrimoni.
La fotografia, in qualche modo, riesce a scavare nel nostro animo e mettere a nudo i nostri sentimenti. Amo i dettagli perché rappresentano i punti chiave della storia di un reportage di matrimonio.
Da sempre appassionato di fotografia, ho trovato la mia personale visione nel reportage che con discrezione mi permette di catturare quella spontaneità che difficilmente viene valorizzata da altre tecniche.
Amo la discrezione perché davanti all’obiettivo ci sentiamo tutti vulnerabili.
Amo raccontare le emozioni perché sono l’unica verità che possediamo.

Fotografo di Matrimonio Ritratto di Matteo Braghetta